Lario: 8 giorni, 80 medaglie!


Otto giorni fantastici per la Canottieri Lario e con un bottino incredibile: ben 80 medaglie! Un “Triangolo d’Oro” (e d’argento… e di bronzo) quello tracciato dai nostri pulmini e carrelli sulle strade di Piemonte, Liguria e Lombardia per raggiungere i luoghi di regata che hanno visto la Società Lariana farsi onore a suon di vittorie.

Lo straordinario ruolino di marcia è cominciato domenica 6 marzo dalle nebbie del Canavese sul Lago di Candia, dove lo squadrone comasco, presente con 36 equipaggi, è stato capace di conquistare ben 11 ori, 6 argenti e 6 bronzi per un totale di 23 medaglie, oltre al Trofeo Memorial, con l’otto Senior maschile, dedicato a Marzio Rasini, voce storica del Canottaggio piemontese, scomparso lo scorso anno.

 

Sabato 12 si è continuato nel vento ligure e più precisamente nel porto genovese di Prà, dove i 21 equipaggi bianconero-stellati hanno conquistato altre 12 medaglie così suddivise: 6 ori, 3 argenti e 3 bronzi. Nelle stesse acque, il giorno dopo (domenica 13), gli allievi e cadetti del Presidente Molteni hanno replicato conquistando con 26 equipaggi gareggianti altri 20 podi: 4 d’oro, 7 d’argento e 9 di bronzo.

Nella stessa fredda giornata, sul lago di casa, ad Eupilio, 34 equipaggi, tra ragazzi, junior e senior, hanno chiuso il medagliere con al collo 25 medaglie (9 ori, 12 argenti e 4 bronzi).

Numeri fantastici, numeri che stanno ad indicare un momento di grande forma per i nostri atleti e di grande salute per la nostra Società… almeno dal punto di vista agonistico.

Un presente solido ed un futuro di buone speranze, visto che in queste manifestazioni hanno esordito con il body della Lario ben sei nuovi giovani vogatori (Kelly Albonico, Francesco Cassani, Elisa Grisoni, Roberto Tenore, Matteo Testori e Luca Trenti) a cui vanno i migliori auguri di buon proseguimento nel mondo del Canottaggio.


 

La Lario c’è, lo dicono i fatti. Se d’oro è il triangolo geograficamente descritto tra i bacini remieri del nord-ovest dalla nostra vittoriosa compagine, d’acciaio è il quadrato fatto dalla dirigenza della Società intorno ai propri ragazzi perché possano lavorare e prepararsi sempre nelle migliori condizioni. Pentagono dalle punte di diamante invece quello idealmente formato dai nostri cinque tecnici: Stefano Fraquelli, Jaro Rocek, Oscar Donegana, Paolo Cortelazzo e Davide Noseda, che, nonostante le difficoltà logistiche da affrontare ogni giorno, la complessa e complicata organizzazione richiesta per allenamenti e trasferte ed i grandi numeri di atleti da gestire, riescono sempre a dare il massimo ed ottenere il meglio.

Poligono sicuramente dai lati infiniti quello formato dalle soddisfazioni e dai successi che i nostri ragazzi e le nostre ragazze, col loro impegno e la loro passione, stanno regalando ormai da diverse stagioni alla nostra società.

La geometria, come la matematica (80 medaglie in 8 giorni!), non è un’opinione ma si 
basa sempre su dati certi. La Canottieri Lario è certamente un dato di fatto… Uno straordinario e bellissimo dato di fatto!