Grande vittoria per la Lario! Alla seconda regata regionale Montù

Nelle scorse settimane si è parlato della seconda regata di Lombardia come di una gara diversa dalle altre, dalle grandissime aspettative. Le iscrizioni sono state le prime cifre significative a confermare tale speranza: si è registrato un primo record con la partecipazione di quasi mille atleti (976 per l'esattezza!), provenienti da quarantotto società di Lazio, Liguria, Piemonte, Sicilia, Umbria, ovviamente Lombardia, Svizzera e perfino Israele. La Canottieri Lario si è presentata con uno dei numeri più alti di atleti, assieme alle società di Varese e Gavirate. E sui quali è riuscita a trionfare! La soleggiata mattinata del 23 aprile è stata anche beneficata dal parziale acquietarsi del vento che aveva tempestato nei giorni scorsi il nord Italia. E in corso di giornata lo svolgimento dell'evento ha convalidato e premiato l'attesa. Il primo dei tanti plausi va a Fabrizio Quaglino, dal 2010 presidente del Centro Remiero di Eupilio - dove si è svolta la regata. Come organizzatore della regionale Montù ha superato se stesso fornendo un'ottima prova per tutta la durata.


Gli atleti della Lario hanno mietuto successi sin dalle prime ore del mattino, con le finali del Due Senza Junior Maschile: le congratulazioni sono dovute per Matteo Raffaele Panceri e per Roberto Gerosa, che hanno conquistato il primo oro per la loro società grazie al bel tempo di 6:55:30. Nella gara successiva è giunto anche l'argento di Andrea Barelli, con un Due Senza misto (in compagnia di Martino Braglia del Moltrasio) che ha tallonato implacabile il primo posto, a solo un secondo di distacco. Ma neppure gli esponenti della categoria Ragazzi si sono arresi: prima della metà mattinata si sono aggiudicati il podio anche due Doppi completamente lariani. L'oro giovanile va a Paolo Leoni e Martino Rovesti, mentre due gare dopo Lorenzo Benzoni e Giulio Campioni hanno ottenuto un meritatissimo argento. Doppia doppietta quindi, di ori e argenti, per i maschi, cui si è aggiunto il secondo piazzamento del singolista Junior Ivan Galimberti, anche lui autore di una notevole prestazione.

Ottima prova anche per il settore femminile: Chiara Ciullo è incoronata d'oro, su di una barca mista (Tremezzina) nel Due Senza Junior. Si è riconfermato anche il Due Senza Senior per la coppia d'oro Aisha Rocek e Caterina Di Fonzo, già distintesi a Piediluco nel corso del "Paolo D'Aloja". Ma ci si è poi concentrati ancora sugli uomini, grandi protagonisti della regata. Il Quattro Con Senior ha dovuto rendere merito a Davide Noseda, Andrea Erasmi, Carlo Stradella e Davide Zamperoni (il timoniere è stato Federico Martorana) per la conquista di un ulteriore argento. Marco Lami ha poi ottenuto un oro, nel corso della stessa gara che ha assegnato ad Andrea Guanziroli un bronzo - i ragazzi sono stati entrambi su barche miste per la specialità Due Senza Senior. Andrea Panizza è poi riuscito, come Under 23, a salire sul podio più alto come singolista maschile, trionfando su Menaggio e Murcarolo. Una vera incetta di medaglie d'oro! Cui si sono più tardi uniti Michele Venini, Paolo Morganti ed Ivan Galimberti, in misto con un esponente del Moltrasio, per la finale del Quattro Di Coppia Junior. I pesi leggeri non sono stati da meno, colla pluripremiata Arianna Noseda (in Doppio misto con Nicoletta Bartalesi del Varese), anche lei salita sul gradino più alto dei podi.


Perché farsi mancare altro? Le soddisfazioni hanno continuato a fioccare anche sulle barche più numerose. Andrea Guanziroli, Filippo Benini, Jacopo Frigerio, Andrea Panizza, Daniele Leggeri, Patrick Rocek e Luca Pasina (il timoniere è stato Camillo Corti) hanno combattuto su di una barca quasi completamente lariana - solo un atleta moltrasino infiltrato! - per ottenere un significativo oro. Nel Doppio Junior, invece, la barca mista di Andrea Barelli e la lariana di Michele Venini e Paolo Morganti si sono battuti per, rispettivamente un oro ed un bronzo. Cui poco dopo si è aggiunta un'altra medaglia di bronzo col Singolo Ragazzi di Tommaso Gatti.

Finale col botto per le ultime ore di competizione, durante le quali la Lario si è dimostrata ancora inarrestabile. I Junior, alcuni dei quali già premiati, Roberto Gerosa, Matteo Raffaele Panceri, Nicolas Castelnovo e Riccardo Elia hanno trionfato nel Quattro Senza. Notevolissime anche le fanciulle: Caterina Di Fonzo, Arianna Noseda, Nicole Sala e Aisha Rocek hanno vinto (anche!) il Quattro Di Coppia Senior. Da segnalarsi anche il bronzo del promettente Jacopo Frigerio, in squadra mista per il Doppio Senior. L'oro è stato ancora lariano per altre due occasioni: grazie agli equipaggi maschili e femminili rispettivamente del Quattro di Coppia e del Quattro Senza. Pertanto grazie ai Ragazzi Paolo Leoni, Martino Rovesti, Pietro Tettamanti e Lorenzo F. Luisetti; ed alla Junior Chiara Ciullo, ancora su barca mista. Un altro argento viene portato in Lario dallo sforzo di Marco Lami, su variegata barca del Quattro Senza Senior. All'appello sono mancati solo per poco due bronzi, a cui hanno pensato Patrick Rocek, Luca Pasina, Filippo Benini e Daniele Leggeri per il loro Quattro Senza Pesi Leggeri. E Lorenzo Benzoni assieme a Giulio Campioni, nel Due Senza Ragazzi - terzo podio anche per loro.


Il numero di medaglie è stato decisamente elevato, ancor di più i numerosi sorrisi e le braccia in aria dei lariani vittoriosi. L'entusiasmo è anche presso i dirigenti: il Consiglio della Lario è stato interamente presente sul campo di gara ed il Presidente Leonardo Bernasconi ha voluto complimentarsi di persona con ogni atleta ed allenatore. Il Vice Presidente Maurizio Ballabio vuole ricordare "il positivo esordio dell'accompagnatore Francesco Stolfa, emozionato per il ruolo svolto e felicissimo per i risultati conseguiti; così come l'impegno esemplare dei Consiglieri Fornasiero, Bellasi e Cortelazzo, che si sono dati da fare in modo instancabile lavorando per l'organizzazione e la logistica della manifestazione". Una soddisfattissima Sara Bertolasi ha commentato nella serata di domenica: "La vittoria con 317 punti é stata la degna conclusione di una giornata positiva in tutti i sensi, che ha visto la Lario affermarsi ancor più nel canottaggio italiano, confermando il momento felice che i nostri atleti stanno dimostrando". Ed il Centro Remiero sarà a breve tra i principali protagonisti del canottaggio nazionale: non si dimentichi, infatti, che quest’anno Pusiano ospiterà il Festival dei Giovani, massima manifestazione del canottaggio giovanile. Ancora una volta... Forza Lario!