REGIONALE MONTÙ, A GAVIRATE INVASIONE LARIO

La più importante società remiera comasca (la nostra Lario, ndr) è appena uscita da due finesettimana di successi, ottenuti prima al #meeting e poi al #memorial di Piediluco; ed ecco la nuova prova, la Regata Regionale Montù, che si è svolta domenica 22 aprile sulle acque del lago di Varese. Sebbene non fossero fra i più numerosi, gli atleti lariani sono comunque stati in grado di farsi notare e rispettare con una vera propria caccia alla medaglia... contro i padroni di casa di Gavirate, e le altre associazioni - secondo il numero di presenze: Milano, Varese e Lugano. I fortissimi comaschi, sebbene in inferiorità numerica rispetto a le sopracitate società, sono stati infatti in grado di conquistare ben 10 vittorie (!), secondi solo dietro i gaviratesi, che hanno giocato in casa.

L'evento si è condotto magnificamente. La soleggiata e piuttosto calda domenica di aprile è stata pregna di eventi non-stop, che hanno riempito la giornata dalle 9 del mattino sino ad oltre le 17. Come da tradizione, le eliminatorie sono state le prime regate, mentre per  le finalissime l'aggiornamento nella seconda parte dell'appuntamento. I primi ad essersi qualificatisi senza sforzo apparente sono stati (chi ne ha mai dubitato?) il mitico Gabriele Antonio Colombo e la fantastica Serena Mossi, con ottimi risultati anche per i terzi posti di Greta Parravicini e Filippo Annoni. La prima protagonista Lario a conquistare le finali è stata però l'invincibile Nicole SALA, sulla sua barca singola nella categoria Senior femminile. L'altro vogatore solitario che ha conquistato l'aureo metallo e confermato la sua qualificazione è stato Filippo ANNONI, nella finale B Ragazzi. E dalle file dei singolisti non sono mancati gli argenti, grazie alle ottime prove di Arianna Noseda per i Pesi Leggeri e Patrick Rocek, fra gli Under23; né il bronzo, per merito della già menzionata Serena.

Ancor più numerosi i Doppi dorati: Paolo LEONI e Giulio CAMPIONI, Tommaso GATTI e Lorenzo LUISETTI, Karen Andrea FACCIN e Greta IACOVITTI, la doppiamente vincente Nicole SALA e la onnipresente (agonisticamente parlando) Arianna NOSEDA, Jacopo FRIGERIO e Patrick ROCEK. Cinque coppie su cinque imbarcazioni, cinque gare caratterizzate da un dominio completamente lariano,  dieci fra i più promettenti giovani canottieri italiani, alcuni dei quali distintisi già tante altre volte... in una parola, campioni veri! Non siano però dimenticati anche i bellissimi piazzamenti degli altri gareggianti; secondo posto e relativo argento per il Due Senza Junior di Nicolas Castelnovo ed Ivan Galimberti, così come per le Senior Alice Santopolo e Carlotta Montorfano, mentre il bronzo è andato a Luca Pasina, su barca mista con un compagno della Milano.

Più si è proceduto colle competizioni più si è saliti con il numero di vogatori e verso il tardo pomeriggio di questa emozionante domenica le categorie del Quattro di Coppia, per concludere colle ammiraglie. Incredibile dictu, in questa circostanza la Lario ha dominato in ogni regata in cui ha potuto remare: niente bronzi o argenti per i nostri atleti, solo oro! Altre tre medaglie per l'esattezza. Un'impresa di cui sia reso merito alle sempre meravigliose principesse della Lario, SANTOPOLO, FACCIN, MONTORFANO e Chiara CIULLO. Un impegno degno solo dei poderosi Roberto GEROSA, Matteo Raffaele PANCERI, Paolo MORGANTI e Riccardo ELIA. Un trionfo dell'incredibile "Otto" Lario, di nuovo con GEROSA, PANCERI, MORGANTI, ELIA, con Lorenzo BENZONI, Michele VENINI, Nicolas CASTELNOVO ed Ivan GALIMBERTI,  con timoniere Camillo Corti.

Una tempesta, anzi una piccola invasione bianconera ha caratterizzato la Regionale Montù, ed ha fatto brillare tanti astri nascenti... ed illuminato una qualche stella già abbastanza luminosa. La guest star della regata è stata sicuramente la lariana Sara BERTOLASI assieme alla compagna di sempre, la padovana Alessandra PATELLI: inutile dire che queste due fortissime hanno stravinto nel Due Senza, battendo bandiera Milano. Ma, cosa ancora più significativa, questo cimento ha rappresentato il rientro ufficiale del duo olimpionico, per una sfida che la nostra Sara si è apprestata ad affrontare per cercare di essere la prima donna nella storia del canottaggio a partecipare ai Giochi Olimpici per tre volte! E non abbiamo voluto farci mancare nulla, con anche la partecipazione all'evento del gruppo dell'Adaptive Rowing, sempre fra i più entusiastici. Il Presidente della Lario Bernasconi ed il Consiglio Direttivo tutto hanno ringraziato con estrema partecipazione questi fantastici uomini e donne che sono riusciti ad emozionarci ancora una volta: FORZA LARIO.