LARIO VINCIT OMNIA

A Gavirate il week-end è iniziato nelle prime ore del venerdì: grande finesettimana (seppur sempre tempestato da qualche breve fenomeno di maltempo stagionale) quindi quello dell'11, 12 e 13 maggio, destinato ad una kermesse remiera sulle acque di Varese. L'evento, dalle molteplici sfaccettature, è iniziato con la prima giornata dedicata quasi completamente al dodicesimo appuntamento internazionale del Para Rowing, per poi esser sfociato nel secondo e terzo atto con le regate del Meeting Giovanile e Master. Ottimi i risultati del settore Allievi e Cadetti, i cui esponenti hanno gareggiato su un percorso di 1000 metri. Per stessa ammissione della Federazione - e per usare le medesime lodevoli parole dei loro rappresentanti - a far la parte del leone è stata la Canottieri Lario (!): i nostri fortissimi atleti hanno, infatti, conquistato la bellezza di 5 ori che sono saliti a quota 9 nel corso dell'ultimo atto - a pari merito coi padroni di casa del Gavirate. Siano pertanto ricordati, per quanto concerne il sabato, i dorati nomi dei singolisti Niccolò MARELLI, Federico MARTORANA, Eugenio DEMICHELIS, Gianluca GATTI e per il settore femminile Elisa GRISONI. Nel corso della domenica si è avuto un bis di primi posti dei super atleti Gatti e Grisoni, e nella stessa giornata sono emersi anche gli sforzi di Leonardo ORLANDI ed Alice GIROLA.  Non meno degni di nota i compagni che hanno arricchito questo già notevole medagliere facendo incetta anche di argenti e bronzi.                                                                         

Ma le soddisfazioni non sono terminate con questa già incredibile serie di riconoscimenti. Ulteriore distinzione si è, infatti, avuta in occasione delle competizioni degli equipaggi regionali. L'ammiraglia lombarda è sicuramente stata trainata, nonché guidata, dalla carica dei già citati Niccolò MARELLI, Federico MARTORANA e del timoniere Camillo Corti, che hanno condotto il loro otto biancoverde alla vittoria, surclassando la Liguria. La Regione Lombardia ha reso grazie anche ad Elisa GRISONI, che come i compagni machi ha voluto doppiare l'impresa anche nel settore femminile, sul quattro di coppia regionale. Un'altra bellissima scalata al podio più alto, in questo caso strappato al Friuli Venezia Giulia. Consueta soddisfazione anche dalle altre categorie, grazie all'impresa del sempre vincente Filippo ANNONI, che nel doppio misto Ragazzi è riuscito a sbaragliare tutti gli avversari. In questo ricco scenario non siano dimenticati anche gli unici esponenti master della Lario, gli instancabili Davide Zamperoni e Andrea Erasmi; Davide ha dapprima militato su quattro misto, poi in compagnia di Andrea su barca doppia, per tenere alta la bandiera dei bianconeri con degli ottimi piazzamenti rispettivamente al terzo ed al quarto posto.

E a Taranto invece? Perché non sia scordato che nel corso di queste impegnative giornate la Lario ha militato anche al sud, presenziando coi suoi energici vogatori anche ai Campionati Italiani Universitari tenutisi . Ed è stato estremamente significativo che dei 31 titoli in palio alcuni siano un po' lariani:  per la parte rosa del canottaggio, Karen FACCIN ed Arianna NOSEDA, due nomi che si sono già tanto distinti quest'anno e che hanno fatto parlare di sé anche in qualità di protagoniste dell’oro in quattro di coppia con Alice Di Salvo, ed Elisa Mondelli (su una barca targata CUS Insubria). Risultato invariato con le stesse mitiche principesse anche sui 2000 metri. E Noseda ha chiuso in bellezza anche in doppio sulla distanza olimpica. Pura poesia la vittoria di Jacopo 'Fortissimo' Frigerio e Marco 'Mitico' Lami, atleta ma anche allenatore della Canottieri Lario. I due campioni hanno portato il CUS Milano sul gradino più alto del podio nella specialità del due senza 500 metri.

Grande orgoglio per la società - e forse i comaschi tutti! - per queste splendide pagine di canottaggio nostrano, che hanno visto i lariani ancora una volta impegnati e vincenti su più fronti. Un sentito ringraziamento è giunto dal Presidente e dal Consiglio che hanno voluto lodare atleti, allenatori e soci, con una particolare menzione per il fantastico impegno profuso dagli immancabili Noseda, Sabrina e Davide.