LARIO, IN UN MODO O NELL'ALTRO, SEMPRE CAMPIONE!

Eccoci pronti a raccontare un'altra storia di grande canottaggio, con la kermesse appena conclusasi sul lago di Varese. Il Festival dei Giovani 2018 è iniziato il 6 luglio al lido della Schiranna e sin dalle prime fasi della tre giorni, convinzione e determinazione hanno animato lo spirito degli indomiti ragazzi Lario. La nostra fortissima canottieri, campione in carica della manifestazione precedente, con un record di medaglie nel 2017, ha infatti iniziato a difendere con le unghie e con i denti - anzi colpo su colpo (di remo) - la sua posizione. Con il primo blocco di venerdì è arrivato anche il sospirato primo posto nel medagliere parziale, con la conquista di ben 12 medaglie, ripartite in otto ori, due argenti e due bronzi. Uno stupendo risultato che ha incoronato sul podio più alto i singolisti Nicolò MARELLI, Ludovico CASSANI, Eugenio DEMICHELIS, Federico MARTORANA, Elisa GRISONI, Camilla GIRARDI, Davide IMPERIALI ed il dinamico duo formato nuovamente dal MARELLI con Alberto BRICCOLA. A seguire Irno e Fiamme Gialle, e la conclusione di una magica giornata. 

Anche il 7 luglio il sole ha brillato (pure come meteo) sui bianconeri. La collezione di "preziosi" di sabato, tra mattina e pomeriggio, ha visto nuovamente in prima posizione la incredibile Lario, con il numero di medaglie lievitato a sedici - suddivise fra quattro ori, otto argenti e quattro bronzi. Un'impresa di cui rendere merito ai mitici Leonardo ORLANDI, Nicolò MARELLI, Elisa GRISONI e Francesca DONATONE... e a tutti gli altri fortissimi atleti che, fra podi e piazzamenti, hanno arricchito il punteggio e l'orgoglio della loro società. Dopo le 107 gare del primo giorno e le 130 del secondo, le acque varesine hanno dovuto sopportare solo altre 70 competizioni per la giornata di domenica. Regate da cui è emerso l'oro di Simone MARTUCCI e tanti altri giovani campioni. Ma lo scettro è stato ceduto. Già dominatore di varie edizioni negli ultimi anni, il Varese si è imposto come società vincitrice della classifica finale, seguito con lieve distacco dalla Aniene.

La società di canottaggio più forte del lago di Como ha dovuto abdicare per concludere comunque con un onorevolissimo terzo posto, a quota 911 punti; ed ha strappato una consolazione finale, quella di essere stati riconosciuti come primi nel medagliere generale con tredici ori, quindici argenti e sei bronzi. Il Presidente della Lario Leonardo Bernasconi ha rimarcato il fantastico traguardo ringraziando l'atmosfera di compartecipazione e l'estremo entusiasmo di atleti, allenatori e dirigenti, con una menzione particolare per Sabrina Noseda ed il VicePresidente Maurizio Ballabio per il grande lavoro svolto. In un modo o nell'altro, LARIO sempre campione, ora e sempre!