LARIO A VALANGA, A RAČICE E SHANGAI

Per l'ennesimo finesettimana il remo comasco è riuscito a brillare grazie ai suoi astri nascenti, grazie al duplice evento dei Mondiali Junior e dei Mondiali Universitari. Direttamente dalla Repubblica Ceca sono giunti gli ottimi risultati dei sei lariani che l'ItalRemo ha voluto con sè ai World Rowing Junior Championships di Račice. L'evento iniziato lo scorso 8 agosto è terminato domenica 12 con degli incredibili piazzamenti in più categorie.

Innanzitutto, nel Quattro di Coppia Femminile; dopo delle conclusioni altalenanti fra batterie e  semifinali, l'azzurra Greta Parravicini ha condotto con estrema decisione le compagne alla vittoria della finale B, ponendo al settimo posto assoluto l'Italia più rosa. In crescendo di posizioni, il quarto posto dell'ammiraglia maschile! Metà dell'equipaggio dell'Otto maschile è stato orgogliosamente formato dagli atleti comaschi Gabriele Colombo, Ivan Galimberti, Matteo Raffaele Panceri e Roberto Gerosa, che hanno lottato su ogni singolo colpo nel desiderio estremo di vittoria. Soli settantanove miseri centesimi hanno decretato il posizionarsi di un'inossidabile Germania, al posto della nostra meritevole barca italo-lariana.


E, dulcis in fundo, l'eroico Nicolas Castelnovo su di un Quattro Senza maschile è stato premiato dal bronzeo metallo. L'equipaggio formato dalla nostra Lario e dagli esponenti di Murcarolo e Cerea ha gareggiato veloce e senza paura, in una disputa al cardiopalma caratterizzata dai quarantuno colpi al minuto. L'ItaliaTeam ha addirittura mantenuto la seconda posizione, ma ha poi dovuto cedere a dei tenaci neozelandesi. Senza perdersi d'animo però, Nicolas e seguaci hanno scatenato un feroce duello con i rumeni, che non hanno potuto che soccombere ai bronzei colossi italiani.

Fenomenale anche l'esperienza di Shangai: ai Mondiali Universitari - dal 10 al 12 di agosto - hanno partecipato Nicole Sala e Arianna Noseda. E le bellissime principesse della Lario si sono come di consueto distinte, disputando entrambe la finale e concludendo con un doppio quarto posto. Nicole ha militato sul Doppio femminile con una compagna dell'Aniene, e dopo una partenza impressionante ha combattuto in un confuso finale, soffrendo l'aggressività della Nuova Zelanda. Simile impresa per Arianna, che in categoria Pesi Leggeri ha condotto una magistrale tenzone contro l'Australia, sfiorando il pari merito. Solo nella seconda parte della competizione il doppio azzurro ha iniziato a soffrire, cedendo il terzo posto alla Germania. Ma, si sa!, la Noseda non torna a casa senza medaglia, e come timoniera ha voluto anche condurre l'ammiraglia maschile alla conquista di uno storico bronzo!

Una grande, duplice esperienza mondiale, che ha sempre più dimostrato come la Lario sia terreno privilegiato per i cacciatori di talenti dell'ItalRemo! Con grande commozione Presidente e Consiglieri, Allenatori e Soci, hanno applaudito alle imprese dei loro pupilli e al loro ritorno in patria. Forza ragazzi... Forza Lario!