La Lario Campione di Italia nel quattro PL femminile

Spedizione in “Stil Novo” per la Lario al Lago Patria, in Campania, in occasione dei Campionati Italiani U23, Ragazzi e Esordienti per quanto riguarda soprattutto l’organizzazione del viaggio.

Per la prima volta la nostra società, in collaborazione con la Canottieri Moltrasio e la Canottieri Tremezzina, visto il numero sempre più alto di atleti iscritti alle gare, ha deciso di affidare il trasporto dei propri ragazzi, per questione di comodità e sicurezza, ad un’agenzia di noleggio bus, anziché muoversi con i soliti mezzi privati (pulmini ed auto), evitando così agli allenatori estenuanti “tour de force” e sollevandoli da gravose responsabilità a cui erano costretti viaggiando spesso di notte e dopo intense giornate di gare in condizioni di stress e stanchezza, che mal si coniugavano con la voce sicurezza a cui tanto tiene la nostra Società.

 Come già detto, grande è stato il numero di iscritti della società lariana a questi campionati: 23 atleti, di cui 10 nel settore femminile e 13 in quello maschile. Importanti i risultati finali ottenuti. Nutrito il medagliere: 1 oro, 2 argenti e 2 bronzi.

Il titolo italiano è giunto nella specialità del quattro di coppia PL femminile, dove Caterina Di Fonzo, Arianna Noseda, Nicole Sala e Vanessa Schincariol hanno dominato la finale precedendo rispettivamente gli equipaggi di Varese e della Canottieri Eridiano. Grande soddisfazione da parte dello staff tecnico per questo risultato e grande gioia per tutte le ragazze, soprattutto per Vanessa, al rientro in una gara nazionale dopo una lunga pausa dovuta ad un brutto infortunio ad entrambi i polsi.

Le piazze d’onore per i vogatori comaschi arrivano invece dal due senza femminile Ragazzi di Chiara Ciullo e Gaia Ortelli, che ancora una volta hanno dimostrato la grande crescita tecnica e la linearità dei risultati che hanno caratterizzato questa loro stagione agonistica, e dal quattro senza U23 PL maschile di Davide e Lorenzo Gerosa, Cesare Bozzo e Daniele Leggeri, che si sono dovuti arrendere solo al forte armo della Saturnia.

A seguire, gradino basso del podio per Andrea Guanziroli e Marco Lami, che nella finale del 2- maschile U23 sono arrivati terzi superati dai due equipaggi della Marina Militare e precedendo i “compagni di viaggio” della Canottieri Moltrasio, e per l’otto maschile U23 (Gerosa L., Georsa D., Bozzo, Guanziroli, Lami, Leggeri, Malacrida, Merzario e timoniere Moro), che si è guadagnato il bronzo arrivando in scia alla Canottieri Firenze e alla Canottieri Saturnia.

Da segnalare anche i due onorevoli quarti posti di Roberto Gerosa e Zocchi Andrea nel doppio maschile Ragazzi e del 4- U23 femminile di Aisha Rocek, Giorgia Marzari, Giada Bettio e Giorgia Pelacchi.

A coordinare questa ennesima positiva trasferta il dirigente Ruggero Capurso, gli allenatori Jaro Rocek e Davide Noseda e il DT Stefano Fraquelli, che si dice contento per i risultati ottenuti, ma non pienamente soddisfatto delle condizioni ambientali e logistiche in cui atleti e tecnici hanno dovuto operare, ma senza per questo volere recriminare nulla, perché sul campo, si sa, ha ragione sempre e solo chi mette la prua della propria barca davanti a quella degli altri.

Il titolo italiano nel quattro di coppia femminile U23 è la ciliegina su una torta che, a questo punto della stagione, è già riccamente farcita di numerose vittorie, ma che si spera diventi nel prosieguo dell’annata agonistica sempre più guarnita di dolci sorprese, magari anche dal sapore internazionale.