La Lario sorride nell’indoor, imbattibile sulle “barche lunghe”

uominiindooruominiindoorSei medaglie arrivano dalla categoria adaptive rowing


E’ di nove medaglie d’oro il bilancio della spedizione della Lario ai Campionati regionali di Indoor Rowing ben organizzati domenica nel nuovo palazzetto dello sport di Cernobbio. Nella struttura sportiva colma all’inverosimile di vogatori e pubblico si sono distinti i singoli e gli equipaggi del body bianconero. Nelle “barche lunghe” o meglio “barche multiple indoor” la Lario ha praticamente sempre dominato a dimostrare che la squadra sta per entrare in palla in questo inizio di stagione. Vittorie da dedicare naturalmente al presidente Enzo Molteni, presente ieri a Cernobbio, e colpito la scorsa settimana dal grave lutto della perdita di un figlio.
Ma ecco nello specifico i risultati della Lario. La prima medaglia, d’argento, è arrivata da Giulio Tenca (Allievi C), nipote di Andrea, addetto alla segreteria e direttore del Cas della Lario. Oro pesante per Mattia Pizzetti nella categoria Cadetti con 1’32”7. Sei le medaglie della categoria adaptive rowing. Due ori emozionanti e bellissimi, pur se dovuti all’assenza di altri concorrenti sono andati a Patrizia Cerato categoria TA (remoergometro mosso solo con l’uso delle braccia e del tronco) e a Giovanni Tentori A (solo braccia). Si è confermato ai vertici lombardi di categoria il bronzo iridato Luca Varesano, ospite dell’Istituto Villa Santa Maria di Tavernerio, che con 1’36”6 ha battuto l’amico Francesco Pianese 1’39”3 (entrambi categoria Lta id ossia disabili mentali che possono utilizzare braccia, gambe e tronco). Bronzo per Beatrice Livio sempre di Santa Maria e per il “capitano” della squadra adaptive della Lario, Christian Beretta (categoria Lta).
Dopo la scorpacciata di medaglie nei disabili sono arrivati il bronzo di Massimiliano Masperi nella categoria Ragazzi, l’argento dell’azzurrina Silvia Ferrari nella categoria Junior e il bronzo di Marta Giacchero, altro neoacquisto della Lario tra i pesi leggeri (argento come Junior pl). Si diceva poi degli equipaggi. Dove ha corso la Lario è stata quasi imbattibile. Oro il doppio Allievi C femminile di Caterina Di Fonzo e Laura Luoni, argento per Giorgia Marzari e Arianna Noseda nel doppio Cadetti, oro per il doppio Ragazzi di Lorenzo Gerosa e Andrea Guanziroli in 3’09”3 davanti ai colleghi di body Riccardo Coan e Federico Malcrida 3’10”0.
Oro per il quattro di coppia Cadetti con Dario Benedini, Luca Caputo, Alessandro Pozzoli e Francesco Terraneo. Oro perentorio anche per il quattro di coppia Senior degli azzurri Andrea Corti, Luca Durini, Carlo Stradaella e Marius Wurzel in 3’01”8 a soli 7 decimi dalla Garda Salò. Stesso colore di medaglia per l’equipaggio femminile infarcito di azzurre e campionesse d’Italia e del Mondo: Giulia Longati, Gaia Marzari, Sabina Noseda e Aurelia Wurzel senza storia sulla Cernobbio in 3’38”3.
Un argento e un bronzo anche dai Master, ossia dal doppio di Davide Noseda e Paolo Tornari che ha avuto ragione su quello di Maurizio Ballabio e Fabrizio Quaglino.
Alla manifestazione hanno preso parte 29 società per un totale di 600 atleti, 22 i titoli assegnati. Alla squadra del direttore tecnico Stefano Fraquelli è andata anche la vittoria nella Classifica Cadetti, Senior e Pesi leggeri. Classifica generale per la Canottieri Gavirate. Il prossimo appuntamento con l’indoor saranno i Campionati italiani di San Benedetto del Tronto in programma il 30 gennaio.


Le foto sono del sito www.fotoline.org sul sito trovate molte altre immagini della Lario e della manfestazione


donnedonnenosedanoseda