Tripletta d’oro per gli atleti della Lario ai Campionati Mondiali Under 23

La felicità dicono sia una piacevole malattia contagiosa. Se è così, alla Canottieri Lario ne è scoppiata una vera e propria epidemia. Il virus, anzi i virus, di questa inarrestabile espansione di gioia rispondono al nome di Nicole, Lorenzo e Davide, che, vestiti d’azzurro, hanno conquistato l’oro nelle rispettive specialità ai Campionati Mondiali U23 di Plovdiv, in Bulgaria.

Sabato Nicole Sala ha sbaragliato il campo vincendo nel quattro di coppia PL, pochi minuti dopo Lorenzo Gerosa l’ha imitata giungendo primo nel due senza PL ed il giorno seguente il gemello Davide non è stato da meno, dominando nel quattro senza PL.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tre atleti “leggeri”, ma che valgono tanto oro quanto pesano, così come questi tre successi, giunti in modo per niente scontato.

Tutti hanno dovuto meritarsi la convocazione ai Mondiali superando durante la stagione dure selezioni e tutti e tre hanno dovuto lottare in acqua fino all’ultimo per conquistare insieme ad i loro compagni l’alloro di “Campioni del Mondo”, corrispondendo ampiamente la fiducia loro accordata dai tecnici federali.

La felicità ha coinvolto proprio tutti in sede Lario. Contentissimo il Presidente ed i dirigenti, incollati ai telefonini per seguire in diretta le cavalcate vincenti dei loro purosangue. Euforici i soci e lo staff tecnico societario. Immaginiamo pure al settimo cielo i nostri ragazzi e le loro famiglie.


E a proposito di gioia e “casati”, ancora più grande è la felicità provata di fronte a queste vittorie dai dirigenti proprio perché Nicole, Lorenzo e Davide appartengono a due famiglie che tanto hanno dato, in modo completamente disinteressato, alla nostra Società nei momenti in cui ce ne è stato bisogno.

Oltre ogni dimensione terrestre la contentezza dell’allenatore Stefano Fraquelli, che nella doppia veste di tecnico societario e federale ha vissuto sul campo il trionfo dei suoi ragazzi.

Da ricordare anche il settimo posto di Andrea Guanziroli nell’otto.

Grazie ragazzi, grazie Stefano per l’infinità di emozioni e successi che ci avete regalato in questi anni e che continuate a regalarci  con i frutti del vostro duro lavoro e del vostro grande impegno.

Tre ori mondiali: 2015 altra annata da incorniciare!