LARIO REGINA, A CORGENO E A GENOVA

Il 10 settembre è stata un'uggiosa domenica, tempestata da lievi piogge, ma soprattutto da fastidioso vento. La giornata ha comunque visto, in barba agli agenti atmosferici, gli atleti della Lario misurarsi sia ai Campionati Lombardi di Corgeno sia alla Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja di Genova.

  

 

Condizioni dure quelle trovate in Liguria, che hanno funestato la giornata di gare costringendo le società alla totale interruzione del primo pomeriggio. Uguale disagio in fase svolgimento delle regate, che per i più giovani sono state disputate sulla distanza di 500 metri. Ciononostante i coraggiosi comaschi in trasferta non si sono persi d'animo, ottenendo tutti piazzamenti come singolisti, nelle rispettive categorie. Gli ori sono arrivati a quota tre, grazie a Leonarlo Orlandi (Allievi B) e a Serena Mossi e Filippo Annoni, entrambi Cadetti. Più numerosi gli argenti, per i quali si è reso merito ai Cadetti Federico Martorana, Paolo De Bortoli e Martina Longoni, oltre agli Allievi Elisa Grisoni, Niccolò Marelli e Alice Girola. Ed infine, bronzo per Gianluca Gatti e Davide Imperiali, anche loro distintisi fra gli Allievi. È giunto nel tardo pomeriggio il commento dei Dirigenti Accompagnatori Maurizio Ballabio e Sabrina Noseda, che hanno esaltato l'impegno e la serietà dei ragazzi lariani in mezzo a queste avversità. A Corgeno, in provincia di Varese, maggior fortuna: la giornata di gare è partita alle 9.30 ed è stata dedicata sino alle 11 alle gare di qualificazione; la seconda parte della mattinata ed il primo pomeriggio hanno visto invece le finali. La Canottieri Lario ha figurato tra le società più numerose - preceduta solamente dagli storici rivali di Gavirate - e in base al parere di Luca Broggini è stata "da tenere sotto la lente d’ingrandimento, forte dei sei titoli vinti nel 2016". E la premiata società comasca non ha certo deluso le aspettative, sin dalle qualificazioni, lanciando in finale la maggior parte dei suoi equipaggi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Primissima campionessa, la mitica Senior Nicole Sala, medaglia d'argento nel Singolo femminile. Immediatamente altre soddisfazioni per i Junior del Due Senza, che si sono accaparrati sia medaglia d'oro (Roberto Gerosa e Matteo Raffaele Panceri) sia quella d'argento (Riccardo Elia e Nicolas Castelnuovo). Poche competizioni più tardi, il podio più alto è stato scalato anche dalla coppia Caterina Di Fonzo e Arianna Noseda, prime nel Due Senza femminile con ben 8 secondi di distacco dalle avversarie. Nel primo pomeriggio, ulteriore distinzione lariana coi fortissimi Jacopo Frigerio e Andrea Guanziroli, la cui tenacia è stata premiata con l'oro nel Due Senza Senior maschile. E fra le singoliste esordienti, nuovo plauso per Greta Iacovitti, già distintasi in questa annata  e campionessa d'oro anche a Corgeno.  Gara al cardiopalma quella del Quattro Senza maschile, che ha visto i prodi Ivan Galimberti, Andrea Barelli, Paolo Morganti e Michele Venini convinti di poter strappare la vittoria ai ragazzi di Gavirate. La sorte ha deciso diversamente - per due miseri decimi di secondo! - ma gli astanti hanno constatato il grande valore dell'equipaggio lariano, conquistatore di un argento particolarmente prezioso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La seconda parte di giornata ha nuovamente arriso alla Lario con una carrellata del biondo metallo. Una seconda ovazione è andata ai meriti di Arianna Noseda e Nicole Sala, prime anche nella categoria del Doppio. Medaglia d'oro per Ivan Galimberti e Andrea Barelli, vincitori del Doppio Junior maschile. Ancora campione - chi ne ha mai dubitato? - Gabriele Antonio Colombo, il fortissimo singolista, cui ha fatto da contraltare il campione Patrick Rocek nella categoria dei Pesi Leggeri. Vi è poi stata un'altra conquista dei sopracitati Gerosa, Panceri, Elia e Castelnovo, riuniti e vincenti nel Quattro Senza Junior; uguale, duplice successo per Jacopo Frigerio e Andrea Guanziroli, imbattibili anche nel Doppio Senior. La Lario ha conquistato la medaglia d'oro pure nel Quattro Senza Senior, grazie ad Alessandro Adducci, Filippo Benini, Marco Lami e Andrea Merzario. Ma non si dimentichino anche gli altri piazzamenti: onore all'argento di Lorenzo Benzoni e Giulio Campioni nel Due Senza Ragazzi, così come al bronzo di Paolo Leoni, Martino Rovesti, Tommaso Gatti e  Lorenzo Luisetti.

 

In conclusione di competizioni una simpatica sorpresa: il canottaggio lombardo ha voluto rottamare la vecchia polo di Campione Regionale rimpiazzando il premio speciale dei Campioni della giornata con una t-shirt tecnica traforata col nuovo logo regionale; sul  petto uno scudo araldico quadripartito racchiudente la rosa camuna, il logo della disciplina del canottaggio, la stilizzazione del Duomo di Milano ed infine il nome "Comitato Lombardo – FIC 1888". Da commento del Presidente Leonardo Bernasconi: " Giornata veramente notevole, in cui la nostra società  è riuscita a brillare con ben undici titoli regionali; un grande ringraziamento ad allenatori e dirigenti, oltre che ai nostri fortissimi ragazzi". Al tirare delle somme, una vera e propria Lario "regina"!