MITICA LARIO AL MEETING DI GENOVA PRÀ

Giornate dal meteo incerto ma successivamente promettente, quelle del 24 e del 25 marzo. Con due regate precedentemente sospese causa maltempo – la Regata di Pusiano ed il trofeo d’Aloja della settimana precedente -, i fortissimi lariani hanno dovuto mordere il freno ed attendere ben quindici giorni prima di rifarsi e saziare la loro implacabile fame di medaglie. Il terreno di gara è stato quello del canale di calma di Genova Prà e sotto la regia del locale Centro Remiero si è pertanto svolto il primo Meeting Nazionale Giovanile e Master del 2018. L’evento è stato riservato alle categorie Allievi, Cadetti, Ragazzi, Junior e Master, con gare sulle distanze di 1000, 1500 e 2000 metri; e le cifre sono state quasi da record: oltre mille atleti in gara, un numero estremamente massiccio, con il chiaro obiettivo di cimentarsi e testarsi alla vigilia del prossimo debutto programmato a Piediluco per il finesettimana del 7 e dell’8 aprile.

Il densissimo programma ha visto la partenza alle ore 9.00 di sabato 24 con le consuete regate della mattina, una ogni quattro minuti, per una lunga carrellata di singolisti (principalmente Allievi e Cadetti). La Lario, quasi inutile specificarlo, ha cominciato subito a mietere i primi successi: solo nella mattinata sono arrivate quattro medaglie d’oro, un numero che ha portato a pari merito con la società co-protagonista del momento, la SC Cavallini. Sia pertanto reso merito della conquista dell’aureo metallo ai mitici Nicolò Marelli, Federico Martorana, Elisa Grisoni e Davide Imperiali, autori, ciascuno, di una splendida prova e soprattutto di aver rotto il ghiaccio in questo importante cimento. Ma non siano dimenticate anche gli ottimi risultati di Camilla Girardi, Kelly Alejandra Albonico, Gaia Ciullo e Francesca Donatone che sono state in grado di risalire le posizioni sino al secondo podio. La Lario ha pertanto concluso la tornata iniziale con quattro ori e quattro argenti, facendosi subito rispettare e imponendosi alla luce dei riflettori.

Alle 13.20 precise si è ripresa la disfida con la disputa delle ultime cinquantadue gare pomeridiane in programma nella prima giornata del Meeting. E dopo il poker dorato della mattina è stata ancora la Lario la big emersa al pomeriggio. Roberto Tenore e Nicolò Girardi (sul doppio Allievi), Simone Martucci, Gianluca Gatti, Serena Mossi, Filippo Annoni… sono sembrati perfino troppi ad elencarli: altri sei fortissimi vincitori che hanno arricchito la loro società di altre cinque medaglie d’oro! Un risultato incredibile, da giovanissimi che hanno già iniziato a farsi conoscere nel corso del 2017 e che hanno iniziato a consolidare la loro fama di atleti stellati bianconeri. In particolare per Mossi e Annoni, prima vittoria nella loro prima gara di categoria Ragazzi! In conclusione di giornata altri importanti piazzamenti nel doppio con il secondo posto del duo Ragazzi M ottenuto da Tommaso Gatti e Lorenzo Luisetti. Terzo posto e relativo bronzo dal settore femminile, grazie a Martina Longoni – su barca mista con una “collega” della SC Milano.

La mattinata di domenica 25 (decisamente più soleggiata della giornata precedente) ha visto nuovamente l’apertura di competizioni affidate alle categorie Allievi e Cadetti. E, nuovamente, la Lario ha impreziosito la sua bacheca con un altro poker delle medaglie più preziose: oro per i già citati ma sempre fantastici Martorana, Marelli e Grisoni, cui si è aggiunto Leonardo Orlandi. Conferma dell’argentea posizione per Gaia Ciullo e secondo posto anche per Gianluca Gatti. Ed infine, bis di bronzo per i Girardi, sia Nicolò sia Camilla – e si è raggiunta quota quattro con le prestazioni di Davide Imperiali e Ludovico Cassani. Per concludere veramente in bellezza, trionfo femminile nelle gare Junior grazie alla pluripremiata Serena Mossi che ha sormontato l’avversaria della Velocior, e seconda posizione per il quattro di coppia misto su cui ha militato Martina Longoni. Una vera e propria incetta di medaglie che ha svegliato quella belva sopita che è la Lario, definitivamente e prepotentemente uscita dal suo  letargo invernale di preparazione. Grande entusiasmo del presidente Bernasconi che nel complimentarsi con tutti gli atleti ha utilizzato il più indicativo degli aggettivi: “Eccezionali! Forza Lario!”.