IL MATCH VINCENTE: CANOTTIERI LARIO

Dal 24 maggio il cielo uggioso di Gravelines è stato accalorato dall'entusiasmo degli atleti Junior di trentaquattro nazioni in gara per un totale di 165 equipaggi, all'evento targato #EuroJunior2018. L'Italia è stata la più partecipe di questi Europei, con quasi cinquanta atleti... di cui cinque lariani. Un'occasione unica per i notevoli Matteo Panceri, Gabriele Colombo, Roberto Gerosa, Nicolas Castelnovo e Ivan Galimberti, che hanno iniziato a distinguersi  e sgomitare sin dalle gare preliminari. Partenza, infatti, giovedì, con il venerdì destinato alle prove ed eventi preparatori (come la consegna del body ai giovani azzurri!). E dal sabato, il clou delle prime regate, è emersa un'Italia determinata, volonterosa di fare bene anche alle finali e finalissime di domenica - basti pensare che delle nostre tredici barche solo due hanno dovuto affrontare il recupero, mentre le altre sono volate compatte verso le regate decisive.

Ad affrontare le semifinali nella giornata di domenica, il Quattro Senza di Nicolas CASTELNOVO con i compagni di Cerea e Murcarolo, primi nella loro batteria con il secondo miglior tempo complessivo. E la finalissima nel primo pomeriggio, quando Nicolas ha guidato barca ed equipaggio in una strategica ascesa: dalla partenza 'tranquilla' si è passati al vero e proprio colpo di remo, in un duello contro la coriacea Romania da cui solo l'ItaliaTeam è uscito vincitore. Medaglia d'oro per gli azzurri, dunque, nel quattro senza maschile! Grandissima prestazione anche quella dell'ammiraglia (subito ribattezzata "corazzata"!) maschile, distintasi sin dalla Preliminary race, durante la quale l'Italia ha agguantato la quarta corsia valida per la finale. L'Otto su cui hanno vogato Colombo, Gerosa, Galimberti e Panceri ha combattuto strenuamente alzando con costanza il numero di colpi, anche se non è bastato contro la potente Madre Russia. Ottima conclusione con una medaglia d'argento, a soli due secondi dai vincitori. Una doppia medaglia pertanto per i bianconeri, cinque ragazzi che hanno iniziato a rappresentare il futuro della Lario, un ottimo auspicio in vista dei Campionati Italiani Junior! 

In concomitanza degli impegni internazionali, la Lario ha affrontato anche una sfida di carattere locale, all'interno della settimana dedicata dai comaschi a tutte le forme di sport. Dal 21 al 26 maggio, infatti, una serie di eventi a carattere atletico e dilettantistico hanno preso piede in ogni angolo della città. Inutile specificare che uno dei più significativi è stato proprio quello di venerdì 25 maggio: una MatchRace serale, fissata alle ore 19.30 dalla diga di Sant'Agostino per approdare dopo uno sprint di cinquecento metri alla nuova passeggiata Amici di Como. La prestigiosa manifestazione, partita quasi in sordina, ha in realtà coinvolto sedici equipaggi per un totale di più di 144 atleti! E non vi è modo di descrivere quanti siano stati gli spettatori e turisti colpiti dall'affascinante spettacolo. Sembra che il lungolago tutto si sia fermato ad ammirare quante e quali qualità possano fare del canottaggio uno degli sport più belli del mondo.

Si è trattata, invero, di un'eliminazione diretta tra le imbarcazioni più nobili, ad otto vogatori più timoniere - le bellissime barche "ammiraglie" di questa incredibile disciplina! Emozioni e suggestioni quindi durante questa competizione, cui hanno partecipato ben 7 ex campioni del mondo. Tra i grandi nomi: l'olimpionica alla ribalta Sara Bertolasi, Franco ed Elisabetta Sancassani per la Canottieri Bellagio, il Presidente della FIC Lombardia Fabrizio Quaglino, gli invincibili gemelli Davide e Lorenzo Gerosa, le sempre mirabolanti Aisha Rocek e Caterina Di Fonzo... e tanti altri, per una serata speciale, all'insegna dello sport puro! L'oro è andato alla fortissima Canottieri Gavirate, l'argenteo merito alla Lario, ma la vittoria è stata un po' di tutti, soprattutto per la città di Como. Sia sulle acque europee sia su quelle più conosciute del nostro lago i nostri atleti e soci sono stati in grado di esprimere ancora una volta volontà e tenacia, regalando suggestioni e magia nella maniera più pura. Un grande grazie è stato diretto dal Presidente Bernasconi e dal Consiglio Direttivo agli atleti e agli allenatori (nello specifico Jaroslav Rocek, il responsabile Junior!) per quello che si è stati in grado di realizzare agli #EuroJunior2018; e a tutti i soci per quanto ha significato l'incredivile #MatchRace2018; ancora una volta siamo stati uniti nel grido "FORZA LARIO"!